Okinawa – il Giappone e il mare

NO? NON VE LO AVEVANO DETTO?

Ebbene si oltre la tradizione, oltre la cultura oltre la spiritualità oltre l’innovazione in Giappone c’è anche il mare!!!

Nei miei primi viaggi in Giappone io avevo sempre identificato il viaggio in Giappone come un viaggio culturale, storico di confronto con un popolo per molti tratti diverso da noi. Certamente la cultura, la tradizione e la spiritualità sono aspetti caratterizzanti di questa destinazione ma c'è di più. Mio Grandissimo stupore nel poter combinare insieme cultura e piacere. Non sto parlando di un mare sufficiente o di accontentarsi ma di veri paradisi che fanno parte del nostro immaginario di relax. Paesaggi da cartolina...!!

Okinawa è la risposta. Ancora poco conosciuta dal viaggiatore occidentale e poco scontata come estensione può rappresentare una scelta nel combinato viaggio culturale e relax. Per il viaggiatore asiatico è una meta particolarmente conosciuta e ambita per il viaggio di nozze.

Poche informazioni per capire di cosa stiamo parlando. L'arcipelago conta circa 160 isole delle quali 49 sono abitate e un mare di un azzurro intenso inimmaginabile. Raggiungibile comodamente sia da Tokyo che da Osaka, dispone di una rete di trasporti perfettamente efficiente che permette di spostarsi comodamente da un’isola all’altra (ve lo sconsiglio vivamente). La popolazione di Okinawa è conosciuta per l’accoglienza e il forte attaccamento e rispetto delle proprie tradizioni.

La storia è importante? Si in questo paradiso forse ancora più importante che nel resto dal paese, la sua storia è il bigliettino da visita  per capire la profondità e diversità dei loro abitanti.  

Prima di diventare parte del territorio giapponese Okinawa era parte degli Ryukyu. La sua posizione strategica la fece diventare punto di riferimento per gli scambi strategici. Simbolo del suo passato è il castello Shuri per 450 anni sede del potere, iscritto al patrimonio dell’Unesco. IL popolo di Okinawa è fiero del suo passato e particolarmente rispettoso e orgoglioso delle sue tradizioni che non esita a valorizzare. Passeggiando per Okinawa si capisce quanto la protagonista sia la storia: la battaglia di Okinawa rese queste isole famose in tutto il mondo durante la Seconda Guerra Mondiale con un numero purtroppo impressionante di vittime tra soldati americani e popolazione civile, che pur di non arrendersi preferì suicidarsi in massa. Con la resa del Giappone le Ryukyu passarono all’amministrazione degli Stati Uniti per poi ritornare sotto il Sol levante nel 1972.

Se si trascorre qualche giorno ad Okinawa vale la pena di vedere l’Ocean Expo park con oltre più di 2.000 orchidee e l’acquario Churami tra i più famosi al mondo famoso per una gigantesca vasca con razze, delfini tonni e tre giganteschi squali balena.

Le isole di Kerama e Kume (raggiungibile con 30 minuti di volo da Naha o 3 ore di traghetto) sono poco distanti dall’isola principale e godono di un mare straordinario.

Altro complesso di isola molto apprezzato è quello di Yaeyama.  Si trovano del sud della regione e appagano completamente la vista per la bellezza del suo mare e il cuore per il senso di relax e piacere che si provano durante il soggiorno.

Ishigaki è una delle isole più visitate. La baia di Kabira è una delle immagine che rimane impresse una volta arrivati: magnifica spiaggia bianca e un mare turchese intenso. Oltre la bellezza del mare è  famosa anche per la coltivazione delle perle e i bellissimo fondali amati dai sub: la sua colonia di mante è molto apprezzata durante le immersioni. Yonaguni (30 minuti di voli o 4 ore di barca da Ishigaki) è una delle isole più amate dai sub.

Iriomote è un’altra isola molto ricercate definita da alcuni come “la Galapagos dell’Oriente”: simbolo dell’eco-turismo è una meta imperdibile per gli amanti della natura. E’ una delle isole meno battute dal turismo. Se la natura è il suo rispetto è un valore fondamentale nella scelta del viaggio, le sue spiagge protette e incontaminate sono la scelta ideale.  E' stata riservata un’area protetta dedicata alle tartarughe marine dove vengono a deporre le uova: in questo angolo di paradiso la balneazione è vietata  ma costeggiare l’isola con la barca e fare un tuffo in quest’acqua meravigliosa è n’esperienza unica!

Taketomi (15 minut da Ishigaki) è la perla del pacifico e il sogno di ogni viaggiatore.  SE AVETE LA POSSIBILITA' DI SCEGLIERE  TAKETOMI RAPPRESENTA IL COROLLARIO DI OGNI VIAGGIO IN GIAPPONE Camminando si scorgono I muri sono di corallo e non ci sono illuminazioni notturne: la luna e il bianco della spiaggia sono i sentieri per indicati per valorizzare la belleza di questo paradiso E' l'unico angolo in cui avviene ancora la tessitura del Minsa per l'obi e il kimono. Questa tecnica si distingue per un disegno geometrico in cui il 4 e il 5 diventano simbolo di amore senza tempo. La bici rappresenta il mezzo migliori per lo spostarsi. 

Ogasawara? Se ne parla è una leggenda o è vera Arcipelago distante più di 1.000 km. Fu in passato percorso soltanto dai balenieri in rotta qui dalla Nuova Inghilterra. Savory, uno di questi creò una colonia nel 1830 chiamandole isole Bonin che significa isole non abitate da nessuno.  Nel 1880 fecero ufficialmente parte della prefettura di Tokyo. Ancora oggi rimane un angolo di mondo selvaggio e misterioso: occorrono 25 ore per raggiungerla. La difficoltà per raggiungerla l’ha preservata da un turismo di massa preservando un ecosistema ricchissimo.

Dopo questa mio inno alla bellezza del mare giapponese mi piace sempre condividere qualche curiosità che soprattutto nel Giappone nascono il cuore della tradizione

Ogni casa tradizionale esibisce uno Shisa leggendari amuleti a forma di leone sul tetto, utilizzato per difendersi dagli spirito maligni

Perchè dicono che gli abitanti sono immortali? Okinawa è anche conosciuta per la longevità dei suoi abitati la durata media della vita è 81,2 anni.

La fioritura? La fioritura dei ciliegi grazie al clima subtropicale avviene molto prima tra genannaio e febbraio 

E' vero che è stata definita patria del karate? "arte pura e stile”. La casa del karate ad Okinawa è una filosofia di vita che si basa su virtù giustizia e benevolenza. Insegna difesa e contrattacco….non crea campioni

Pronti a partire? chiedici un a info@giapponeautentico.it

Michela Massari
Giappone Autentico
Condividilo su: