Festival e Tradizioni Giapponesi

In Giappone, ogni regione è caratterizzata da un gran numero di “matsuri”, colorati festival e dalle sue manifestazioni. La maggior parte sono strettamente legate ai culti praticati nel Paese: dalla pratica religiosa shintoista abbiamo feste religiose propiziatrici in favore delle divinità, che vengono invitate ad unirsi alla popolazione per partecipare ai banchetti in loro onore, molte altre sono legate al cambio delle stagioni. Di seguito viene proposta un'indicazione non esaustiva delle principali feste celebrate su tutto il territorio nazionale e quelle celebrate a livello locale.

Feste celebrate in tutto il Giappone


1 Gennaio, Ganjitsu: con il “capodanno” ha inizio il calendario delle festività giapponesi (i festeggiamenti durano fino al 3 Gennaio, sanganichi). In tutte le case e nei ristoranti si trova il tipico Osechi Ryori, numerosi piatti tradizionali, dai mille colori, che si gustano freddi nei 3 giorni di festa e hanno la particolarità di potersi conservare diversi giorni fuori del frigorifero.

3 Febbraio, Setsubun: è la celebrazione che tradizionalmente segna la fine dell'inverno (anche se in realtà le temperature sono ancora molto rigide). Nei Santuari e nei Templi di tutto il paese durante questa cerimonia i fagioli vengono impiegati come armi contro il male, i fedeli e i turisti bersagliano “i demoni in costume” con i fagioli di soia e gridano “Oniwa soto, fukuwa uchi” (via i demoni, venga la fortuna); è anche usanza mangiare un numero di fagioli uguale alla propria età più uno per augurare un anno in salute e serenità.

03 Marzo, Hina Matsuri: “festa delle bambole” (tre di marzo, terzo giorno del terzo mese), è il giorno della festività Hina (Hinamatsuri), dedicata alle bambine. E' un giorno per pregare per una buona crescita e felicità alle giovani ragazze, si espongono bambole, fiori di pesco e sakè bianco. Il giorno viene chiamato anche “Momo no sekku” (festa dei peschi) riferendosi alla stagione della fioritura dei peschi, secondo il vecchio calendario lunare.

Il 5 di maggio (quinto giorno del quinto mese) viene poi festeggiato il Kodomo no hi, la “festa dei bambini”. Nonostante quest'ultima festa venga considerata giorno festivo,I' Hinamatsuri rimane invece un giorno lavorativo. Come buon augurio vengono esposte bambole tipiche, armature, spade e, in giardino, carpe di stoffa.

Fine di Marzo primi di Aprile, Hanami: contemplazione dei ciliegi in fiore, colleghi, amici e famiglie trascorrono una giornata sotto gli alberi di ciliegio, celebrano così la fugacità della vita e la sua bellezza.

Dalla fine di Aprile ai primi di Maggio, Golden Week: la “settimana d'oro”, in questa settimana si susseguono diverse festività e celebrazioni in tutto il Giappone.

7 Luglio, Tanabata Matsuri: festa delle stelle, si ritiene che i desideri espressi in questa giornata vengano sempre esauditi.

Dal 13 al 16 Agosto, O-bon: festa legata alla religione buddhista in cui vengono commemorati i morti, in diversi luoghi si svolgono rituali e celebrazioni diverse.

15 Novembre, Shichi-go-san: le famiglie portano i bambini, vestiti rigorosamente con abiti tradizionali, di 7 (shichi), 5 (go) e 3 (san) anni nei santuari shintoisti per ricevere la benedizione tradizionale.

Tanabata: Questa festa ha avuto origine presso la Corte, in epoca Nara (710-794) ma si è diffusa tra il popolo solo in epoca Edo (1603-1867). E' nata da un'antica leggenda cinese secondo la quale due stelle, il pastorello Hikoboshi (Altair) e la tessitrice Orihime (Vega), si amavano ma erano separati dalla Via Lattea e potevano incontrarsi solo una volta l'anno, il 7 Luglio, secondo il calendario lunare, quando il cielo è sereno. Per propiziare il bel tempo, la gente appende ai rami di bambù, biglietti con il nome delle due stelle e i bambini esprimono i loro piccoli desideri. Attualmente la festa cade sempre durante la stagione delle piogge.

Obon: Festa buddhista annuale per commemorare l'anima degli antenati. Viene celebrata dal 13 al 15 Agosto, Kyubon. Si dice che in questo periodo le anime dei defunti tornino a casa. In ogni famiglia, di fronte a casa, si prepara il “fuoco di accoglienza” , Mukaebi e l'ultimo giorno si accende il “fuoco” ,Okuribi che accompagnerà le anime durante il viaggio di ritorno nell'aldilà. In casa, sull'altarino buddhista vengono offerte frutta e verdura che, alla fine, vengono abbandonate alla corrente dei fiumi o del mare, Shoryo-nagashi. Durante l'Obon, si eseguono anche danze folcloristiche popolari, Bon'odori e le famiglie usano riunirsi presso la tomba degli antenati.

Feste Regionali


Regione Hokkaido
• Sapporo: Tra il 5 e l'11 Febbraio si celebra il famosissimo Yuki Matsuri (Festival di Sapporo), conosciuto in tutto il mondo come il "Festival delle Neve". Questa tradizionale festa è uno degli eventi da non perdere per chi si trova in Giappone in questo periodo dell’anno; le enormi sculture di ghiaccio illuminate di notte sono uno spettacolo unico.
Regione Honshu Settentrionale
• Aomori: nella città tra il 2 il 7 Agosto si svolge il Nebuta Matsuri, famoso per i suoi giganteschi carri illuminati che, abbelliti da festose decorazioni rappresentanti antichi guerrieri e accompagnati dalla musica di flauti e tamburi, sfilano per la città.
Regione Honshu Centrale
• Takayama: La festa Takayama Matsuri si svolge due volte l'anno: il Sanno Matsuri si svolge il 14-15 aprile, mentre l'Hachiman Matsuri si svolge il 9-10 Ottobre: durante la processione sfilano carri allegorici, yatai, con i “karakuri”, antenati dei robot che si cimentano in prodezze meccaniche. Questa festa viene considerata una delle più belle e più eleganti di tutto il Giappone. L’attrazione principale sono proprio gli splendidi carri descritti come “Youmeimon in movimento” (Youmeimon è il famoso portale decorato magnificamente che si trova al Santuario Toshogu di Nikko). Sui carri si trovano marionette fatte muovere con grande abilità. Il luogo dove si tiene questa festa è il Santuario Sakurayama Hachimangu. Shirakagawa-Go: La grande festa della città si tiene a metà ottobre nel santuario Shirakagawa-hachiman-jinja con danze eseguite da gruppi locali come per esempio la danza del leone e numersi spettacoli niwaka (spettacoli improvvisati). La vera attrazione della manifestazione è rappresentata da doboroku, un tipo di Sakè molto forte.
Regione Kanto
• Tokyo: Kanda Matsuri è uno dei più famosi festival di Tokyo, molto conosciuto anche in tutto il Giappone. Si tiene il secondo week-end di Maggio presso il Santuario Kanda Myojin. L'attrazione principale è la parata di 300 persone in costume di epoca Edo (1603-1867) e 100 mikoshi, santuari portati a mano, che si tiene il sabato nei quartieri centrali di Tokyo. Sanja Matsuri la ricorrenza viene celebrata la terza settimana di maggio durante la quale 100 mikoshi, sfilano per l quartiere di Asakusa. Sanno Matsuri uno dei tre maggiori festival in Giappone (insieme al Gion Matsuri di Kyoto e al Tenjin Matsuri di Osaka) si tiene tutti gli anni pari, intorno alla metà di Giugno, presso il Santuario Hie-jinja. La processione principale è chiamata Jinkosai ed è lunga più di 600m. 300 persone vestite con antichi costumi, mikoshi adornati con le fenici, persone che suonano grossi tamburi, arcieri a cavallo partono alle 8 dal Santuario Hie-jinja per tornarvi solo in serata. 17 Luglio: Kuki Tenno Matsuri Parata di numerosi carri ciascuno adornato con 400 lanterne rappresentanti figure di famosi personaggi storici. L'ultima domenica di luglio si svolge l’Hanabi Taikai, meraviglioso spettacolo pirotecnico nei pressi del fiume Sumida. A fine settembre Houou-no-mai Matsuri, ad Hinode, nei pressi di Tokyo, il rito della danza delle fenici celebra la fine della stagione delle piogge e propizia l'abbondanza del raccolto. A metà Novembre Tori-no-ichi, vendita di rastrelli decorati nei pressi del Santuario Otori, propiziatoria di guadagno per l'anno a venire.
• Kamakura: Kamakura Matsuri* dalla 2° alla 3° domenica di Aprile presso il Santuario di Tsurugaoka Hachiman-gu un corteo di antiche figure di samurai e mikoshi sfila per la città. Emozionante è la rappresentazione degli Yabusame, arcieri a cavallo. 14-16 Settembre: Reitai-sai (Hachimangu Matsuri)*, famoso per la sua processione di mikoshi e, l'ultimo giorno, per l'esibizione di tiro con l'arco a cavallo.
• Hakone: l'Ashino-ko Kosui Matsuri si celebra il 31 luglio con spettacoli pirotecnici sulle acque dell'Ashino-ko. In occasione dell'Hakone Daimonji-yaki Matsuri il 6 agosto centinaia di torce vengono accese sulla Myojoga-take in modo da forare l'ideogramma cinese corrispondente al termine “grande” o “grandioso”. In inverno invece, esattamente il 3 novembre, ha luogo l'Hakone Daimy Gyoretsu in cui 400 abitanti del luogo rievocano, sfilando in abiti tradizionali, l'epoca feudale.
• Nikko: 16 e 17 Aprile: Yayoi Matsuri* Prevede una processioni di Mikoshi, santuari portatili, presso il tempio Futura-san. 17-18 Maggio: Tosho-gu Grand Festival* è l'evento annuale più importante di Nikko (che si ripete anche il 17 Ottobre con alcune modifiche). Il primo giorno vi partecipano arcieri a cavallo mentre il secondo giorno prevede una rievocazione della traslazione delle spoglie dello Shogun Ieyasu e vede impegnati ben 1.000 attori in costume.
Regione Kansai
• Kyoto: Il 17 luglio si celebra il Gion Matsuri, a Kyoto, considerata forse la festa più importante della storica capitale del Giappone. Si celebra in ricordo della miracolosa cessazione dell’epidemia di peste che colpì la città nell’anno 869. Nel corso di questa celebrazione 30 carri allegorici, raffiguranti temi antichi e decorati con grande raffinatezza, sfilano per la città. Altrettanto famosa è la Daimon-ji Yaki che si svolge il 16 agosto per rivolgere l'addio finale alle anime degli antenati. Su 5 colli vengono accesi grandi fuochi a forma di caratteri cinesi o di altre sagome. Non va infine dimenticata la Jidai Matsuri, la cosi detta “festa delle età”, celebrata il 22 ottobre per rievocare la fondazione della città avvenuta nel 794. Durante questa festività, più di 2.000 persone vestite con costumi tradizionali che abbracciano l'intero periodo compreso fra l'VIII e il XIX secolo, sfilano fino al tempio Heian-jing.
• Osaka: Il 24 e 25 luglio si celebra il Tenjin Matsuri, uno dei tre festival più importanti del Giappone. Una processione di Mikoshi, santuari portati a mano dai partecipanti e di cittadini in abito tradizionale parte dalla zona di Tenman-gue termina ad O-kawa in barca. Dopo il tramonto il festival si anima con un grande spettacolo pirotecnico.
• Nara: tra il 1° e il 14 Marzo si celebra il Omizu-tori, la festa della purificazione dell'acqua presso il famoso tempio Todaiji, il Grande Buddha, al cui interno è custodita la più grande statua di Buddha di tutto il Giappone.
Condividilo su: